HomeArte e finanzaBanksy all’asta da Sotheby’s: pagamenti anche in bitcoin

Banksy all’asta da Sotheby’s: pagamenti anche in bitcoin

Due personaggi misteriosi si mettono in connessione. Un’opera di Banksy, l’anonimo artista noto per seminare dipinti sui muri di tutto il mondo, sarà messa all’asta settimana prossima da Sotheby’s. E l’opera d’arte “fisica” potrà essere pagata anche in bitcoin.

Come è risaputo l’inventore della criptovaluta più famosa è Satoshi Nakamoto, pseudonimo dietro al quale non si sa ancora chi si nasconda, nè se sia un singolo individuo o un gruppo di crittografi informatici. Il dato di fatto è che due mondi a metà tra l’anonimato e l’innovazione, ciascuno nel suo campo, incrociano le loro strade.

Loading…

L’opera è la famosa “Love is in the air”, il manifestante mascherato che lancia un mazzo di fiori al posto di una pietra o di una bottiglia molotov, per il quale si stima un valore tra i 3 e i 5 milioni di dollari.

L’asta di Sotheby’s sarà effetuata in collaborazione con Coinbase, l’exchange per criptovalute recentemente sbarcata al Nasdaq: le offerte saranno prese unicamente in dollari, ma il compratore potrà pagare con bitcoin o ethereum. La partnership con Coinbase permetterà di effettuare il cambio istantaneo per evitare i rischi di cambio connessi all’altissima volatilità di entrambe le criptovalute.

Finora le grandi case d’asta internazionali hanno introdotto i pagamenti ma solo per opera d’arte digitali. Sotheby’s, la numero uno al mondo, aveva gestito sulla piattaforma Nifty Gateway, specifica per Nft, l’asta per la collezione “The Fungible” dell’artista digitale Pak.