HomeEsteriIkea France, multa da un milione di euro/ “Spiato per anni dipendenti...

Ikea France, multa da un milione di euro/ “Spiato per anni dipendenti e sindacalisti”

Ikea France è stata multata con una sanzione da ben un milione di euro, condannata per spionaggio ai danni di dipendenti e sindacati. Come riferisce l’edizione online de Il Fatto Quotidiano, sarebbero diverse centinaia i dipendenti che sono stati spiati fra gli anni 2009 e 2012, e il tribunale di Versailles ha riconosciuto responsabile anche uno dei suoi ex amministratore delegati Jean-Louis Baillot, di “ricettazione di dati personali in modo fraudolento”, condannandolo con una pena comunque inferiore a quanto chiedeva l’accusa, secondo cui lo stesso sarebbe stato responsabile anche di “sorveglianza di massa”, poi escluso dal giudice.VARIANTE DELTA, 81 CASI LOMBARDIA/ 5mila vaccinati contagiati: Fontana, “attenzione”
In totale sono stati quindici gli imputati, in particolare ex dirigenti, direttori di negozi ma anche agenti di polizia e manager di una società di investigazioni private. Un caso che era scoppiato letteralmente nel 2012 dopo una serie di inchieste giornalistiche e che ha appunto portato alla scoperta di una vicenda riguardante la raccolta ma anche la divulgazione illecite di informazioni personali e della violazione del segreto professionale.PM: “SGARBI AUTENTICÒ QUADRI FALSI DE DOMNICIS”/ La replica: “totale invenzione”
IKEA FRANCE CONDANNATA PER SPIONAGGIO: “UN GRANDE PASSO IN DIFESA DEI CITTADINI”
Fra coloro che hanno contribuito a smascherare l’illecito, anche l’ex dipendente Ikea, Abel Amara: “Un grande passo in difesa dei cittadini – il suo commento dopo la sentenza di condanna – mi fa piacere che ci sia giustizia in Francia”. Non è ben chiaro come mai Ikea France abbia dato vita a quest’azione di spionaggio interna, fatto sta che un dirigente responsabile della gestione del rischio all’epoca dei fatti, Jean-Francois Paris (multato con 10mila euro e condannato a 18 mesi con sospensione della pena), ha ammesso dinanzi ai giudizi che erano stati stanziati fra i 500 e i 600mila euro annui per le indagini illecite. Dopo lo scandalo Ikea ha licenziato quattro dirigenti, cambiando la politica interna, ma il caso è tutt’altro che chiuso visto che l’azienda dovrà ora affrontare le cause civile presentate dai sindacati e da 74 dipendenti.
LEGGI ANCHE: Venezia, morto turista: caduto dal 5° piano hotel/ E’ un 22enne di origini slovacche
© RIPRODUZIONE RISERVATA