HomeUncategorizedIl ricordo del prof Nocelli: «Grazie per le poesie imparate a memoria,...

Il ricordo del prof Nocelli: «Grazie per le poesie imparate a memoria, Potenza Picena perde una grande figura»

POTENZA PICENA – Claudia Baiocco è stata allieva dell’ex sindaco, morto a 82 anni. «Devo a lui l’amore per le materie umanistiche che mi ha accompagnato tutta la vita. In politica è stato un conciliatore»

21 Giugno 2021 – Ore 10:36

caricamento letture

 
Il prof Gabriele Nocelli
 
di Claudia Baiocco*
Ho appreso della scomparsa, dopo una lunga malattia, di Gabriele Nocelli, mio insegnante all’Istituto secondario di primo grado Leonardo Da Vinci e sindaco di Potenza Picena. Con lui ho avuto la grande opportunità di appassionarmi e amare le materie umanistiche che hanno poi segnato tutta la mia carriera professionale e la mia vita. A lui devo il mio più profondo ringraziamento per avermi fatto imparare a memoria decine di poesie, le più belle della letteratura italiana, numerosi canti della Divina Commedia e brani dei Promessi Sposi. Ancora sono orgogliosa di poter declamare a memoria tanta bellezza della nostra letteratura e della nostra poesia. Dal ‘66 al ‘96 il professor Gabriele Nocelli, originario di Amandola, ha insegnato a tantissimi ragazzi e ragazze. Dal novembre 1972 al giugno 1975 ha ricoperto la carica di primo cittadino. Un sindaco molto amato e apprezzato da tutti. Nella sua azione amministrativa si era distinto per la sua grande capacità di conciliazione e di concordia fra tutti i partiti politici cercando anche di unire e cancellare i campanilismi e le divisioni fra Potenza Picena e Porto Potenza. È sempre stato, in questo senso l’Uomo della Pace e vicino ai bisognosi fino a quando le sue condizioni di salute glielo hanno consentito senza mai risparmiarsi. Con lui ho parlato fino a tre anni fa molto spesso di letteratura, del senso della vita e della morte, della presenza costante di Dio nelle nostre vite. Potenza Picena piange la scomparsa di uno dei suoi più illustri cittadini. L’umanità, la sensibilità, la religiosità e la grande cultura di Nocelli erano e sono note a tutti noi e in particolare ai tanti allievi cui ha insegnato, non solo l’amore per le Lettere ma anche la dirittura morale, valore fondante di ogni cittadino. Ha avuto tantissimi allievi, insieme a me, che hanno avuto bellissime carriere e si sono dimostrati nella vita cittadini esemplari. Esprimo le mie più profonde condoglianze, vicinanza e affetto alla moglie Anna Maria Clementoni, alla figlia cara amica Maria Silvia, con cui ho condiviso gli anni del liceo Scientifico a Civitanova e poi nella facoltà di Lettere all’Università di Macerata dove entrambe ci siamo laureate e ora insegna Lettere nella Città di Urbino, al figlio Francesco Maria Nocelli, attuale segretario generale della giunta regionale delle Marche.
* Il ricordo di Claudia Baiocco, residente a Potenza Picena,  portavoce del sindaco al comune di Civitanova.
 
E’ morto il prof Gabriele Nocelli, fu sindaco di Potenza Picena

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page