HomeEsteri"Indagine trasparente su origine Covid"/ "Accesso a dati senza interferenze"

“Indagine trasparente su origine Covid”/ “Accesso a dati senza interferenze”

L’origine della pandemia di Covid rappresenta ancora oggi uno degli argomenti più dibattuti a livello internazionale e, proprio in virtù dell’alone di confusione generale che circonda la vicenda, USA e Ue hanno deciso di rompere gli indugi e di avanzare una richiesta, già inserita in una bozza, al fine di unire le proprie voci e richiedere un’inchiesta approfondita sulla genesi della pandemia e, contestualmente, l’avvio di una fase due della stessa, nel segno della “trasparenza e della condivisione dei dati, libera da interferenze”.Copasir, chi è il presidente? Oggi il voto/ Adolfo Urso per FdI-Pd-M5s-FI: Lega ko?
A riferire la notizia è stata l’agenzia Bloomberg, che ha avuto modo di osservare da vicino una bozza del documento, che sarà probabilmente adottata in occasione del vertice tra Stati Uniti d’America e Unione europea, in programma il prossimo 15 giugno a Bruxelles. In particolare, l’obiettivo finale è quello di riuscire a ottenere prove documentate e di permettere un coinvolgimento diretto degli ispettori dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, con i vertici della nazione a stelle e strisce che avrebbero chiesto all’Europa pieno sostegno in merito a questa tematica.SCENARIO/ Federazione e referendum, una verità “scomoda” sulla terza repubblica
USA-UE: “SI INDAGHI SU ORIGINE COVID SENZA INTERFERENZE”
Gli USA e l’Ue, secondo l’agenzia di stampa “Bloomberg”, coopereranno per lo sviluppo e l’impiego di mezzi rapidi e indipendenti per lo svolgimento di indagini future. Giova ricordare, come fanno i colleghi dell’Agi, che l’America rientra in quel novero di Paesi che ha domandato alla Cina il via libera per condurre alcune ispezioni all’interno del laboratorio di Wuhan, dal quale, stando alle ipotesi circolate in questi mesi, avrebbe avuto origine la pandemia di Covid. Il segretario di Stato americano, Antony Blinken, soltanto lunedì scorso ha parlato di una totale assenza di trasparenza da parte della Cina e del suo Governo, che si protrae ancora oggi, nonostante tutto il mondo continui a formularsi interrogativi importanti. Nel report pubblicato a inizio 2021 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità al termine di una missione a Wuhan fu scritto che il virus si sarebbe generato in maniera del tutto naturale, ma, al contempo, è stato richiesto ufficialmente di condurre studi inediti per dimostrarlo.
LEGGI ANCHE: FEDERAZIONE DEL CENTRODESTRA/ Boutade, provocazione o vera prospettiva politica?
© RIPRODUZIONE RISERVATA