HomeEsteriover 40, 60 e libera scelta

over 40, 60 e libera scelta

L’Italia ha deciso di introdurre il divieto di somministrare il vaccino AstraZeneca agli under 60, alla luce anche della tragica morte della 18enne Camilla, il cui decesso resta comunque da approfondire. Una decisione, quella del Bel Paese, però non unanime a livello di comunità europea, visto che le nazioni principali hanno deciso di adottare scelte autonome, a cominciare dal Regno Unito, dove chi ha meno di 40 anni può chiedere, in caso non si sentisse sicuro, un’alternativa ad AstraZeneca, avendo riconosciuto anche oltre Manica il collegamento fra il vaccino e la possibilità di trombosi (nel Regno Unito 49 persone sarebbero morte).Travaglio “Propaganda Live mi fa venire le bolle”/ “Vespa? Vanto non essere invitato”
«La priorità è la sicurezza», ha detto il professor Wei Shen Lim, membro della commissione parlamentare che dovrà decidere se allargare la vaccinazione anche alla fascia 12-15 anni, aggiungendo però che si è verificato un caso di trombosi su centomila per gli over 40, e uno ogni 60mila per i più giovani. «La possibilità di scegliere – ha aggiunto – aumenterà la fiducia nel vaccino».Centofanti: “Ero lo sponsor di Palamara”/ Cene e viaggi pagati “per vantaggi”
ASTRAZENECA: IN GERMANIA, FRANCIA E SPAGNA…
In Germania, invece, AstraZeneca viene somministrato agli over 60, così come avviene in Italia. Coloro che avevano ricevuto la prima dose con il siero di Oxford hanno effettuato il richiamo con Pfizer o Moderna ma chi ha meno di 60 anni può comunque vaccinarsi con AstraZeneca, previo un colloquio con il proprio medico di base. In Francia situazione simile, con Vaxzevria concesso solo alle persone di età superiore ai 55 anni, e coloro che avevano già fatto la prima dose riceveranno una seconda di un altro tipo, di solito Pfizer.
Nonostante si siano verificati solo 47 casi di trombosi, c’è una sfiducia molto generalizzata verso AstraZeneca oltralpe, al punto che nei “magazzini” vi sono ben 3 milioni di dosi che forse andranno scadute. Infine la situazione in Spagna, dove il vaccino viene consigliato agli over 60, ma ogni singolo cittadino può scegliere comunque quale siero ricevere, firmando un consenso: dopo la morte di un militare 35enne a marzo a causa di trombosi, non si sono verificati altri decessi. Bollettino vaccini covid oggi 12 giugno/ 41.3 milioni di dosi somministrate, +800mila

© RIPRODUZIONE RISERVATA