HomeUncategorized«Parità di genere, tutela dei bambini e dei diritti umani: la generosità...

«Parità di genere, tutela dei bambini e dei diritti umani: la generosità di Cristina Monachesi»

MACERATA – Il ricordo del Soroptimist Club, di cui è stata presidente fra il 1998 e il 2000

27 Giugno 2021 – Ore 17:40

caricamento letture

 
A sinistra, Cristina Monachesi
 
Un nuovo grave lutto ha colpito il Soroptimist Club di Macerata. A poco più di due mesi dalla perdita di Donatella Donati, se n’è andata Cristina Monachesi (leggi l’articolo), anche lei socia fondatrice del club e grande “Soror”. È proprio il Soroptimist a ricordare Cristina Monachesi, a nome dell’attuale presidentessa Maria Leonori. «Medico odontoiatra, sin da giovanissima ha creduto nella parità di genere iscrivendosi alla facoltà di Medicina, disciplina che cinquant’anni fa era riservata prevalentemente agli uomini – si legge nella nota -. In questo ha creduto per tutta la vita, partecipando attivamente a comitati pari opportunità, al Consiglio delle Donne, nel quale rappresentava l’Ordine dei Medici, e dedicandosi da vera soroptimista allo sviluppo della condizione femminile. Molto attiva nell’Ordine dei Medici e Odontoiatri, era consigliera dell’ordine sia a livello locale che nazionale ed era stata per anni presidente degli odontoiatri. Molti erano i suoi interessi.
Da presidente del Soroptimist Club di Macerata nel biennio 1998-2000, è stata molto attiva nel collaborare con le istituzioni e con altre associazioni, tra le quali Amnesty International con cui organizzò iniziative di grande levatura a tutela dei bambini e dei diritti umani. Idealista e molto generosa, non esitava a coprire spesso personalmente i costi fuori budget delle sue iniziative. Anche successivamente alla sua presidenza, ha continuato a partecipare attivamente alla vita del Club. Sempre piena di entusiasmo, di idee e di proposte innovative e costruttive, spesso collegate alla medicina di genere, è stata uno dei punti fermi del Soroptimist di Macerata, di cui attualmente era vice presidente, ed ha lasciato un grande vuoto in tutte noi. Amante dei viaggi avventurosi, aveva visitato gran parte del mondo. Questa sua passione aveva contribuito a darle quell’apertura mentale a largo raggio che poche persone hanno e che la rendeva una persona davvero speciale – conclude la nota -. Ci mancheranno il suo sorriso, il suo ottimismo, il suo entusiasmo, la sua grande umanità, la sua capacità di “volare alto”, ma, soprattutto, ci mancherà la sua amicizia: il Soroptimist ha perso una grande figura, ma tanto di Cristina resterà in tutti noi. Grazie, carissima amica».
Lutto nell’Ordine dei medici, muore l’odontoiatra Cristina Monachesi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page