HomeUncategorized“Resort” per i gatti del cimitero, realizzata la struttura

“Resort” per i gatti del cimitero, realizzata la struttura

MACERATA – L’assessore Laura Laviano ha pubblicato le prime immagini dei box che ospiteranno la colonia felina

20 Giugno 2021 – Ore 19:54

caricamento letture

Il rifugio per i gatti al cimitero
 
Il resort a cinque stelle per i gatti del cimitero è quasi pronto: manca l’arredamento dei locali intermi e poi si vedrà all’opera la struttura fermamente voluta dall’assessora all’Ambiente e al benessere animale Laura Laviano che ieri sera ne ha dato comunicazione sul suo profilo Facebook pubblicando le prime foto della struttura: «Se qualcuno ha il coraggio di attaccare questa soluzione per la colonia felina del cimitero, non solo non ha a cuore il bene degli animali, ma nemmeno ha un’idea di cosa sia la sanità pubblica e il concetto di one health.
La salute degli essere umani è strettamente collegata alla salute degli esseri umani e dell’ambiente. La giunta Parcaroli ha ben chiaro il concetto» scrive Laviano, che poi aggiunge: «Sempre a chi aveva manifestato il timore che i gatti potessero recarsi nella strada, vorrei ricordare che avevano accettato di far posizionare delle tettoie, denominate zone alimentazione, su tutti i lati fuori del cimitero. Peccato che in queste zone accedevano tutti i cani del quartiere, e non solo i cani, così i gatti non trovavano più il cibo. Naturalmente i gatti per mangiare sarebbero dovuti comunque uscire dal cimitero». La realizzazione dei due box per i gatti del cimitero è costata, secondo le indicazioni contenute nella determina dirigenziale, circa undicimila euro, seimila per la struttura e cinquemila per sistemare l’area prescelta. Nelle foto pubblicate da Laviano per ora le immagini dei gatti sono solo stilizzate, visto che la struttura non è ancora operativa. Struttura che al suo annuncio suscitò prese di posizione critiche a cura delle associazioni animaliste. Ora che la struttura è stata realizzata si vedrà quale sarà l’utilizzo da parte dei felini del cimitero. «L’opera – aveva spiegato il Comune dopo i primi interventi critici – è volta a garantire le condizioni igieniche dell’area mettendo in campo interventi di tutela e controllo delle colonie feline».
(l. pat.)
 

L’area come era prima della sistemazione
Una casa per i gatti randagi del cimitero, il Comune investe 11mila euro

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page