Lube, la luce in fondo al tunnel: Verona piegata 3-0 sotto i colpi di Yant (mvp), Simon e Lucarelli

Altri articoli

SUPERLEGA – La squadra di Blengini, priva di quattro giocatori importanti, torna al successo dopo tre sconfitte consecutive. All’Eurosuole Forum 1500 spettatori

3 Novembre 2021 – Ore 22:36

caricamento letture

 

 
di Mauro Giustozzi
La luce in fondo al tunnel. Quello di una Lube che in totale emergenza torna al successo dopo tre sconfitte consecutive (una in Supercoppa e due in Superlega) che avevano segnato le ultime uscite. Aggrappata all’esperienza di campioni collaudati come Simon (75% in attacco con 3 ace e 2 muri) e Lucarelli (35% in ricezione senza errori e 62% in attacco) i cucinieri hanno avuto anche dalla freschezza di Yant (mvp e top scorer della serata) e di Garcia lo spunto per tornare ad assaporare un successo che ci voleva visto il delicato momento attraversato.
Una vittoria comunque sofferta perché Verona non ha regalato nulla ai marchigiani, impegnandoli a fondo con un buon servizio e difese spettacolari e pungendo in attacco con la coppia Mozic-Aguenier. Pagando alla lunga il ritorno di Civitanova proprio dai nove metri ed in attacco che sono risultate le armi su cui la squadra di Blengini ha costruito il successo. In attesa di poter recuperare i tanti assenti ed un assetto di squadra più quadrato rispetto a quello visto in campo nelle ultime due partite.Lube ancora in grande emergenza per le assenze degli infortunati Juantorena e Kovar, oltre a quella di Zaytsev, con sestetto obbligato in campo, privo anche di De Cecco in panchina per il limite degli stranieri contemporaneamente in campo. Prime schermaglie con Civitanova che prova a forzare il servizio ma il break arriva soprattutto grazie agli errori degli scaligeri con il falloso Jensen. Un muro di Aguenier ricuce lo strappo e la sfida torna a giocarsi sul punto a punto. Tocca al servizio di Lucarelli, coi punti di Simon e Garcia, scavare il break del 12-9 con Stoytchev costretto a fermare il gioco e chiamare il time out tecnico. Mozic prova a riportare sotto i suoi e allora Blengini si gioca il doppio cambio Marchisio-De Cecco per inserire in campo per qualche minuto il palleggiatore titolare.
L’errore in attacco di Simon (17-16) riaccende il motore di Verona ma è un beffardo tocco sotto rete di Garcia a rispedire indietro il tentativo di rimonta degli ospiti (20-17) aprendo la strada verso il successo nel primo parziale nonostante il servizio veronese provi a tenere aperta la sfida annullando due delle 4 palle set ai biancorossi. Nel secondo Lube che si affida agli attacchi di Lucarelli ed al servizio di Anzani (con ace) per piazzare il 10-7: Civitanova che cresce anche a muro con Simon protagonista mentre Verona è meno ficcante al servizio di quanto visto nel set precedente ma molto presente in difesa. Sale dai nove metri la Lube, con Simon protagonista prima in attacco e poi al servizio con l’ace che allunga il vantaggio biancorosso al 16-12. Lucarelli e Yant, protagonisti nel set in attacco e al servizio, schiantano le ultime resistenze della squadra di Stoytchev che sprofonda 19-13, ha la forza e la bravura di non arrendersi e uscire dalla partita (22-20) ma non riesce a completare la rimonta con Civitanova che va a chiudere con l’ace di Lucarelli per il 2-0 della partita. Verona prova a scombinare le carte ad inizio del terzo con una partenza forte che inchioda Civitanova sul 2-5.
Ospiti che non mollano e Lube che fatica a risalire la china: ci pensa Simon con tre punti consecutivi (2 ace) a mettere nel mirino gli avversari ed agganciare gli avversari sul 10-10. Non si disunisce la squadra di Stoytchev che riparte subito a macinare punti e resta davanti a Civitanova. Per poco perché la Lube ha l’impennata che con l’ace di Garcia gli regala il primo vantaggio del parziale (13-12). Sfida che torna punto a punto prima del break Lube firmato da Lucarelli e Garcia e anche da due gravi errori veronesi che lanciano il 19-15 dei marchigiani. Civitanova si lancia così verso il successo netto da tre punti, Verona non crolla ma esce con l’onore della armi risalendo sino al 21-18 prima di affondare sotto i colpi dei cucinieri.
CIVITANOVA – VERONA 3-0 (25-22, 25-20, 25-20)
CUCINE LUBE CIVITANOVA: Lucarelli 13, Simon 14, Garcia 12, Yant 15, Anzani 5, Sottile; Balaso (L), De Cecco, Marchisio. NE.: Juantorena, Kovar, Diamantini, Jeroncic (L), Penna. All. Blengini.VERONA VOLLEY: Asparuhov 3, Aguenier 7, Jensen 10, Mozic 14, Cortesia 6, Spirito 1; Bonami (L) Wounembaina, Donati (L), Magalini 5, Viera De Oliveira, Qafarena. NE.: Nikolic, Zanotti. All. Stoytchev.ARBITRI: Canessa e Turtù.NOTE: spettatori 1496, incasso di 16.982,74 euro. Durata set: 31’, 26’, 27’, totale 84’. Lube: battute sbagliate 11, vincenti 7, muri 6, errori 16. Verona: bs. 8, v. 2, m. 6, e. 16.
(foto Maurizio Spalvieri)

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Rome
poche nuvole
31.5 ° C
33.2 °
29.9 °
49 %
2.1kmh
20 %
Mar
33 °
Mer
34 °
Gio
33 °
Ven
32 °
Sab
29 °

Più recente