Mattei-La Pieve e svincolo a Civitanova: a marzo la Conferenza dei servizi «Passaggio indispensabile per avviare i lavori»

Altri articoli

INFRASTRUTTURE – L’1 e il 2 marzo è tempo di un ulteriore step. Antonio Pettinari, componente cda Quadrilatero: «Altro momento importante di avanzamento di queste opere strategiche. Poi ci sarà il passaggio al Cipe e successivamente si procederà con gli appalti»

7 Febbraio 2022 – Ore 19:48

caricamento letture

La Mattei-La Pieve sulla carta
 
di Mauro Giustozzi
Marzo porterà la convocazione della Conferenza dei servizi per due delle più grandi opere viarie della provincia di Macerata: la strada intervalliva di Macerata, con allaccio funzionale al capoluogo (tratto Mattei-La Pieve) e l’allaccio della superstrada alla statale Adriatica a Civitanova, con la realizzazione delle rotatorie e del sottopasso ferroviario.
Seppur con tempi lunghi dettati dalla burocrazia che rallenta queste grandi opere finalmente la situazione si è sbloccata e la richiesta effettuata dalla società Quadrilatero Marche-Umbria spa al Mit ha avuto una risposta: l’1 marzo sarà effettuata la Conferenza dei servizi per quanto riguarda i lavori che saranno eseguiti a Civitanova mentre il 2 marzo toccherà all’intervalliva del capoluogo.
In entrambi i casi le sedute verranno effettuate in videoconferenza con la partecipazione di tantissimi enti, a cominciare dai comuni interessati dalle opere alla Provincia, alla Regione Marche, all’Asur, la Soprintendenza, Arpa, Ferrovie dello Stato e altri soggetti.
Si tratta di un ulteriore passo avanti di una procedura che dovrà avere successivamente l’ultimo passaggio al Cipe quello che aprirà poi le porte dell’appalto di queste decisive opere viarie del nostro territorio e che riguardano i due comuni più grandi della provincia.
Nello scorso mese di ottobre c’era stata la pronuncia del ministero dell’Ambiente che aveva indicato come non ci fosse bisogno della Valutazione di impatto ambientale, cosiddetta Via, per il tratto via Mattei-la Pieve dell’intervalliva tanto attesa dal capoluogo.
Antonio Pettinari
«La convocazione della Conferenza dei servizi è un altro momento importante di avanzamento di queste due opere strategiche per i nostri territori – ha sottolineato Antonio Pettinari membro del cda di Quadrilatero spa -. Ad inizio marzo ci sarà questo passaggio indispensabile per progredire nell’avvicinamento all’avvio dei lavori dove sono presenti tutti gli enti interessati dalla bretella ed infine si arriverà al parere del Cipe: sui tempi che segneranno questo ultimo passaggio amministrativo nessuno è in grado al momento di definirli, l’auspicio è che sia il più breve possibile. Sta di fatto che, superato lo scoglio del Cipe, si procederà con l’appalto integrato dell’opera, essendo il progetto già definitivo e quindi non necessita di un ulteriore progetto esecutivo dell’intervalliva mentre per quanto riguarda rotatorie e sottopasso di Civitanova si andrà avanti con la procedura di appalto ordinario».
La lunghezza dell’intervalliva del capoluogo è di poco superiore a cinque chilometri e si sviluppa quasi completamente in sede propria e lontano da zone abitate o insediamenti produttivi che possano causare interferenze con le attività di cantiere.
Il nuovo asse viario crea un collegamento tra l’attuale Strada statale 77 della Val di Chienti e l’attuale Strada provinciale 77 alla quale, nella zona sud di Macerata, l’asse di progetto si collega a ovest con la nuova rotatoria denominata ‘Rotatoria S.p.77’ e a est con l’esistente rotatoria Mattei. Il percorso si sviluppa prevalentemente sulla sinistra del fiume Chienti, all’interno dei comuni di Macerata e Corridonia ed è costituito da due tratti. Il primo è lungo circa tre chilometri e unisce il nuovo svincolo di progetto sulla Ss77 con la rotatoria di progetto sulla Sp77 in località La Pieve alle porte di Macerata. Il secondo tratto è lungo circa due chilometri e unisce la rotatoria sulla Sp 77, in località La Pieve, con la rotatoria esistente su via Enrico Mattei. Il progetto definitivo prevede cinque aree di cantiere che verranno contestualmente rese operative così da far avanzare i lavori in modo uniforme su tutto il tracciato. L’opera, del valore complessivo di 43 milioni di euro, è stata approvata dal Cipe per 34 milioni di euro ai quali si aggiunge il cofinanziamento degli enti territoriali per 9 milioni di euro. Per quanto riguarda Civitanova saranno realizzate le rotatorie per per l’allaccio della statale 77 con la statale 16 e la realizzazione del tunnel ferroviario che dovrà portare all’eliminazione del passaggio a livello sulla statale Adriatica, un progetto che vale 12 milioni di euro. Entrambe le opere viarie saranno realizzate da Anas.
Mattei-La Pieve senza passare dalla Via: «Disco verde dal ministero»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Rome
cielo sereno
33.6 ° C
35.9 °
30.8 °
34 %
2.6kmh
0 %
Gio
34 °
Ven
34 °
Sab
37 °
Dom
38 °
Lun
39 °

Più recente