Mattei-La Pieve e svincolo a Civitanova, penultimo ostacolo superato: resta il Cipe prima del via agli appalti

Altri articoli

CONFERENZA DEI SERVIZI per le due grandi opere viarie della provincia. Antonio Pettinari, componente cda Quadrilatero: «Parere favorevole per l’allaccio della Val di Chienti alla statale 16, per l’intervalliva servirà un parere formulato tramite atto amministrativo della Regione sentita l’amministrazione di Corridonia dopo le osservazioni presentate»

11 Marzo 2022 – Ore 20:34

caricamento letture

 
Antonio Pettinari, componente del cda di Quadrilatero
 
di Mauro Giustozzi
Due giorni dedicati alla Conferenza dei servizi per due delle più grandi opere viarie della provincia: la strada intervalliva di Macerata, con allaccio funzionale al capoluogo tratto Mattei-La Pieve e l’allaccio della strada statale 77 della Val di Chienti alla strada statale 16 Adriatica a Civitanova, con la realizzazione delle rotatorie e del sottopasso ferroviario. Per quest’ultima c’è stato il parere favorevole degli enti ed istituzioni che hanno partecipato mentre per quanto riguarda l’intervalliva ci sarà un passaggio ulteriore tra la Regione Marche ed il Comune di Corridonia in merito allo svincolo di Campogiano per quanto riguarda la presenza di alcuni privati nell’area dove sarà costruito che però troverà certamente una soluzione positiva per non intralciare le tempistiche dell’intero progetto. Dunque un altro passo avanti importante di due opere strategiche per i più grandi comuni del nostro territorio, una procedura che dovrà avere successivamente l’ultimo passaggio al Cipe quello che aprirà poi le porte dell’appalto di queste decisive opere viarie. La prima Conferenza dei servizi ha riguardato Civitanova dove saranno realizzate le rotatorie per l’allaccio della statale 77 con la statale 16 e la realizzazione del sottopasso ferroviario che dovrà portare all’eliminazione del passaggio a livello sulla statale Adriatica, un progetto che vale 18 milioni di euro.
«La Conferenza dei servizi, alla quale hanno preso parte di tantissimi enti, a cominciare dai comuni interessati dalle opere, la Provincia, la Regione Marche, l’Asur, la Soprintendenza, Arpa, Ferrovie dello Stato e altri soggetti – ha detto Antonio Pettinari del cda della Quadrilatero spa – ha esaminato il progetto definitivo che era stato redatto lo scorso anno e che era passato dagli originari 12 milioni di euro agli attuali 18 milioni di euro. In questo caso il parere dei componenti la Conferenza dei servizi è stato favorevole con alcune osservazioni, accompagnate da un piano di bonifica sia del suolo che del sottosuolo delle opere che si andranno a realizzare a Civitanova. Ora l’istruttoria sarà completata con i pareri sulle osservazioni presentate e sottoposto ad approvazione del Cipe i cui tempi di questo ultimo passaggio amministrativo nessuno è però in grado al momento di definirli, l’auspicio è che sia il più breve possibile. Contemporaneamente la Quadrilatero farà il progetto esecutivo dell’intervento, un progetto molto spinto quasi l’esecutivo e poi si farà l’appalto dei lavori».
Il tracciato della Mattei-La Pieve
Successivamente è toccato alla Conferenza dei servizi esaminare il progetto dell’intervalliva di Macerata che ha un percorso che si sviluppa prevalentemente sulla sinistra del fiume Chienti, all’interno dei comuni di Macerata e Corridonia ed è costituito da due tratti. Il primo è lungo circa tre chilometri e unisce il nuovo svincolo di progetto sulla Ss77 a Campogiano con la rotatoria di progetto sulla Sp77 in località La Pieve alle porte di Macerata. Il secondo tratto è lungo circa due chilometri e unisce la rotatoria sulla Sp 77, in località La Pieve, con la rotatoria esistente su via Enrico Mattei. L’infrastruttura ha un valore complessivo di 57 milioni di euro. «Anche in questo caso parliamo di un’opera strategica per la viabilità in ingresso ed uscita dal capoluogo – ha ribadito Antonio Pettinari – che nel 2016 era stata finanziata con 34 milioni di euro dal Cipe a cui si sono aggiunti i 9 milioni di Regione, Provincia e Comune di Macerata per arrivare agli attuali 57 milioni di euro a seguito di computi metrici e dettagli dell’opera che si andrà a realizzare. Da tenere conto che sono tutti interventi che potranno risentire di ulteriori incrementi visto come sta lievitando il prezzario e le materie prime nell’ambito di questi lavori.
La Conferenza dei servizi ha valutato alcune prescrizioni ed osservazioni sul progetto, in particolare una sollevata dal Comune di Corridonia che ha dato parere favorevole ma richiamando quanto era stato sottolineato in occasione del primo progetto di questa intervento inerente la presenza nell’area dello svincolo di alcune abitazioni di privati che vengono lambite dall’infrastruttura. L’interesse di tutti è quella di non rallentare l’opera, dall’altro la possibilità di ridurre i disagi a chi risiede in quella zona. Per questo aspetto specifico la Conferenza dei servizi non si è chiusa in quanto si attende il parere della giunta regionale in relazione alle osservazioni presentate dall’amministrazione comunale e dai privati. La Conferenza si chiuderà con un parere formulato tramite atto amministrativo della Regione Marche sentita l’amministrazione di Corridonia. A questo punto il progetto potrà approdare al Cipe per la definitiva approvazione con procedura semplificata con l’appalto integrato dell’opera. L’esecutivo sarà realizzato poi dalla ditta affidataria dell’intervento».
Mattei-La Pieve e svincolo a Civitanova: a marzo la Conferenza dei servizi «Passaggio indispensabile per avviare i lavori»

Mattei-La Pieve senza passare dalla Via: «Disco verde dal ministero»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Rome
poche nuvole
31.5 ° C
33.2 °
29.9 °
49 %
2.1kmh
20 %
Mar
33 °
Mer
34 °
Gio
33 °
Ven
32 °
Sab
29 °

Più recente