Moncler, sulle stime l’incognita Cina

Altri articoli

Ascolta la versione audio dell'articolo

2' di lettura

«Sulla base dei dati del trimestre, che sono molto forti, e nonostante il lokdown in Cina che sta penalizzando le vendite, siamo fiduciosi di poter crescere come previsto dal mercato». Luciano Santel, chief corporate & supply officer di Moncler, durante il Capital Markets Day del gruppo, tenutosi ieri, rispondendo agli analisti ha dichiarato «raggiungibili» i target indicati dagli analisti di ricavi per 2,4 miliardi (+19%) nel 2022 e 2,7 miliardi (+12%) nel 2023, anche se sul prossimo anno ha precisato che pur essendo positivi, si tronco di una proiezione complessa da fare al momento.

«Se la situazione in Cina dovesse risolversi brevemente, entro luglio, la crescita che potremmo registrare quest’anno è del 20-25%, quindi superiore al consensus. Ma dipende incluso dalla situazione cinese, perché nei prossimi trimestri potrebbe pesare di più» ha precisato Santel. Nel primo trimestre 2022 il gruppo ha registrato ricavi crescere del 61% a 589,9 milioni di euro dai 365,5 di un anno fa e del 58% rispetto ai livelli pre-pandemici del primo trimestre 2019.

Loading…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Rome
nubi sparse
29.3 ° C
32.1 °
25.8 °
25 %
5.1kmh
40 %
Mer
29 °
Gio
33 °
Ven
34 °
Sab
30 °
Dom
27 °

Più recente