Scienza e guerra. Quattro ragazze nella notte delle bombe

Altri articoli

La scorsa notte ho seguito con grande attenzione l’attacco russo alla centrale nucleare in Ucraina. Ero in piedi perché assistevo un gruppo di giovanissime ricercatrici del mio ospedale, la Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, che stava lavorando  per cercare di estrarre le cellule staminali cerebrali che utilizziamo per mettere a punto le terapie contro le patologie neurodegenerative.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Rome
nubi sparse
29.3 ° C
32.1 °
25.8 °
25 %
5.1kmh
40 %
Mer
29 °
Gio
33 °
Ven
34 °
Sab
30 °
Dom
27 °

Più recente