TERZA GUERRA MONDIALE/ Tensione Russia-Ucraina, Biden: “Putin cerca il conflitto”

Altri articoli

Clima di altissima tensione tra Russia e Ucraina, il rischio terza guerra mondiale non è mai stato così alto. Come vi abbiamo raccontato, ieri sono stati registrati nuovi episodi di nervosismo al confine tra i due Paesi. La comunità internazionale si è schierata compatta al fianco di Kiev e il presidente americano Joe Biden non ha usato troppi giri di parole: «Ci sono molte questioni che dividono la nostra nazione dal mondo, ma tenere testa alla Russia non è tra queste. Gli americani sono uniti, i partiti sono uniti, il mondo intero è unito».Usa, Stato di emergenza covid prorogato oltre l’1 marzo/ “Virus ancora una minaccia”
Oggi in programma nuova esercitazioni russe con lancio di missili sotto la supervisione di Putin, come confermato dal ministero della difesa di Mosca, ma sono attesi nuovi colloqui tra leader nel corso delle prossime ore. In campo il presidente francese Macron, che nel weekend avrà dei confronti telefonici sia con Putin che con Zelensky. Particolare attenzione alla regione del Donbass: secondo quanto reso noto da una fonte locale, sono oltre dieci mila i profughi delle repubblica filorusse di Donetsk e Lugansk che hanno attraversato il confine russo. A Rostov, in particolare, è stato proclamato lo stato d’emergenza.DAL GIAPPONE/ Quasi-emergenza Covid, caro vita e telelavoro spingono a lasciare Tokyo
TERZA GUERRA MONDIALE: LE ULTIME NOTIZIE
Per il momento il rischio di terza guerra mondiale non si è tramutato in realtà, ma molto dipenderà dagli sviluppi delle prossime ore. La diplomazia è al lavoro per stemperare il clima, ma la strada è in salita. «L’Ue e la comunità transatlantica sono pienamente allineate in ordine alla crisi causata dal Cremlino sull’Ucraina. Abbiamo risposto con una sola voce e un messaggio», le parole della presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco. Jens Stoltenberg, segretario generale dell’Alleanza atlantica, ha chiesto ancora una volta a Mosca di ritirare le truppe, sottolineando che non è troppo tardi per cambiare la vita e per «indietreggiare davanti all’abisso». La Nato è pronta a condurre un dialogo sostanziale, ha tenuto a precisare: «Abbiamo presentato delle proposte volte ad allargare la sicurezza di tutte le parti in causa, anche per la Russia». Tra i leader internazionali, da segnalare le parole del premier britannico Boris Johnson: «La diplomazia può ancora prevalere, c’è ancora possibilità per evitare inutili spargimenti di sangue. Gli alleati devono dichiarare all’unanimità al presidente Putin che pagherà un prezzo elevato per qualsiasi ulteriore invasione russa dell’Ucraina».
LEGGI ANCHE: CRISI UCRAINA/ Biden è disposto a qualsiasi cosa pur di sventolare una vittoria
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Rome
cielo sereno
28.2 ° C
31.2 °
25.3 °
54 %
1.5kmh
0 %
Gio
34 °
Ven
34 °
Sab
37 °
Dom
38 °
Lun
39 °

Più recente